Luis Royo è uno dei miei artisti preferiti, se non il mio preferito in assoluto: i suoi disegni, le sue atmosfere, il suo tratto, le linee sinuose e sensuali delle eroine, gli sguardi malinconici, la grandezza e la fragilità della condizione umana, l’uso dei colori e delle ombre… un artista che fa sognare, suggestiona e incanta.

E’ uno dei maggiori esponenti mondiali del genere fantasy, nato a Teruel in spagna nel 1954 e ad oggi un maestro indiscusso, uno dei maggiori esponenti mondiali del genere fantasy, ha pubblicato diversi libri, anche in italia con Rizzoli/Lizard, con bellissime illustrazioni e storie epiche (es. Dead Moon e Apocalypse).

Le sue opere sono un mix esplosivo di sensualità, erotismo, eroismo, misticismo, forza espressiva e romanticismo.


     




Official Web Site

Boris Vallejo è un altro mito del disegno fantasy, un artista che sa creare atmosfere molto suggestive, primordiali, arcaiche, poetiche ed universali, dove i personaggi sembrano dei e l’universo intero è rappresentato nella sua totalità ed unità, personaggi che si rifanno ad antichi personaggi mitologici dell’antichità e del medioevo, ma anche personaggi famosi e gruppi musicali moderni.

Nasce a Lima, in Perù, nel 1941 ed il suo talento si manifesta già all’età di 13 anni. Negli anni 60 si trasferisce negli States, dove acquista fama internazionale e disegna famosi manifesti cinematografici come quelli per Guerre Stellari.

Julie Bell è la sua seconda moglie, che gli fa da modella inizialmente, poi ne apprende i segreti della sua arte e ne diventa collaboratrice, firmando anche lei bellissimi disegni.

Miti, leggende e mondi fantastici si possono raccontare non solo con le parole, ma anche attraverso le immagini: disegni, dipinti ed opere grafiche abbondano  e molti sono gli artisti che riescono  a creare dei veri e propri capolavori. Io rimango sempre affascinato da queste opere che in alcuni casi diventano delle vere e proprie mappe simboliche che ci guidano verso nuovi orizzonti metafisici, ci guidano verso la conoscenza dei nostri archetipi e verso dimensioni ed esperienze che fanno probabilmente parte del nostro inconscio collettivo, Questi artisti esplrarno i meandri oscuri della nostra mente, le profondità abissali e le vette più elevate, dove la luce risulta accecante.


C'è tutto un mondo la fuori che noi spesso chiamiamo “fantastico” solo perchè sfugge agli schemi fidati e collaudati delle nostre realtà sensoriali, sfugge alle gabbie rigide delle nostre mappe mentali, un mondo che potrebbe esistere, anzi sicuramente esiste,  ma che  non abbiamo gli “strumenti” giusti per poterlo “vedere” o percepire in qualche modo, o forse non li sappiamo usare; può capitare però a volte che qualcuno di noi abbia  qualche vaga “intuizione”, e ci sono persone che riescono ad esplorare queste “intuizioni” e a tradurle in racconti, poesie, musiche ed opere grafiche: nasce così, forse, l'arte Fantasy.


Tanti  mondi paralleli che possiamo a volte intuire in modo vago ed indefinito,  che esulano dalla cosiddetta normalità, che ci paiono magici, impossibili, assurdi, remoti o troppo futuri, non avendo altri termini per classificarli e comprenderli, li definiamo allora “fantastici” e “fantasticherie”: cosi facendo li releghiamo nel mondo dell'infantile e del gioco: in questo modo li “neutralizziamo” e possiamo averci a che fare senza farci troppo prendere da ansie ed emozioni troppo istintive, giochiamo con cose che in realtà possono nascondere profonde e sorprendenti verità !


Ci sono dei disegnatori e degli artisti che mi incantano con le loro opere, ma non è un incanto che deriva  solo dallo stupore estetico per l'abilità manuale, per le atmosfere suggestive, per l'uso del colore, delle forme e del tratto, è un incanto più coninvolgente, magnetico, profondo... alcune di queste immagini  ambientate in mondi ancestrali, le percepisco a livello emotivo come stranamente famigliari, come se facessero parte di me, guardandole provo emozioni che paiono ricordi e non fantasticherie, come facessero parte di me in un profondo lontano.


Guardando certe immagini fantasy, oltre alle emozioni estetiche che si provano nel guardare una piacevole opera d'arte,  provo un incanto più coninvolgente, magnetico, profondo... alcune di queste immagini  ambientate in mondi ancestrali le percepisco a livello emotivo come stranamente famigliari,  guardandole provo emozioni che paiono ricordi più che fantasticherie, come facessero parte di me in un profondo lontano. Spesso provo anche una strana inquietudine, come se avessi davanti agli occhi una scena già vista o vissuta, un groviglio indefinito di emozioni a volte inquietanti, a volte confortevoli, a volte entrambe le cose: emozioni e sensazioni sottili ed impalpabili che trovano un riscontro profondo e lontano, una specie di “angoscia rassicurante” ,  immagini che mi fanno sentire parte di un tempo circolare e ciclico, di tante esistenza concatenate, con un senso ed una prospettiva ed un contatto,  un'unione con le forze generatrici della natura e del cosmo.


A questo proposito, mi piacciono tantissimo quelle immagini che raffigurano diverse “dimensioni” del cosmo contemporaneamente sulla stessa immagine, mostrando come mondi molto diversi ed incompatibili siano in realtà coesistenti e separati da un sottilissimo confine: mi riferisco a quelle immagini fantasy, ma ci sono anche fotografie di questo genere che pure io mi diverto a realizzare al fiume, e che rappresentano per esempio il mondo subacqueo con le sue creature e, sopra il pelo dell'acqua, il mondo terrestre con i suoi paesaggi ed i suoi abitanti,  ed una sottile linea liquida fa fare da confine tra queste due realtà così lontane e così vicine al tempo stesso. Ugualmente emozionanti sono quelle immagini di paesaggi terrestri dove nel cielo si stagliano costellazzioni e pianeti, un mondo e all'orizzonte altri mondi: queste immagini hanno un grande significato secondo me, illustrano una grande verità, prese come metafore ci fanno capire che eisistono altri mondi e altre dimensioni e che queste sono qui vicino a noi, molto più vicino di quanto immaginiamo, e pure il confine che ci divide non è poi così tanto rigido ed impenetrabile.


La Fantasy Art, la Sci-Fi Art (Science and Fiction),  i miti, le leggende, i sogni, la fantascienza,  ma anche un certo genere di fummetti e supereroi, sono tutte espressioni di queste percezioni indefinite che, attraverso l'arte in tutte le sue molteplici espressioni, trovano manifestazione ed interpretazione. Sono convinto che la nostra mente non riesca ad immaginare o pensare cose che in un qualche modo non abbia mai visto o percepito, cose che non siano comunque reali o possibili, e ne è prova forse anche il fatto che per quanta fantasia noi possiamo avere, la realtà alla fine supera sempre ogni nostra più fervida immaginazione !  …. ed anche le nostre fantasticherie più improbabili, nella storia si sono poi realmente concretizzate, basti pensare a quel genio di scrittore come Giulio Verne, che ha dato inizio alla moderna fantascienza.


Fu di Verne il primo libro che lessi, “Viaggio al Centro della Terra”: un'avventura che mi incantò e che ancora oggi ricordo con emozione e stupore, un libro che a ripensarci oggi mi ricorda tanto le leggende ed i miti  che raccontano di una terra cava (Agartha), percorsa da grovigli di grotte e gallerie, e città sotterranee popolate da umanità superiore, come nel leggendario regno Himalayano di Shamballa. In turchia esistono incredibili e misteriose città sotterranee (Kaimaklı, Derinkuyu, Tatlarin), non so se Giulio Verne ne fosse a conoscenza, stà di fatto che un certo rapporto con la realtà esiste sempre, anche nei più fantasiosi romanzi. Ma è  il romanzo “Viaggio sulla Luna” ad essere l'opera forse più  profetica ed emblematica: un viaggio per l'epoca arduo anche solo da immaginare o sognare, e che oggi invece non stupisce più nessuno perchè lo spazio ormai fa parte quasi della nostra quotidianità.


Purtroppo oggi anche la fantascienza è in certo senso un genere ormai morto, non nel senso che non si producano più romanzi, film od immagini ambientate nel futuro, ma nel senso che oggi non riusciamo più ad immaginare un futuro possibile: se guardiamo a tutte le opere di fantascienza di questo nostro periodo, non se ne trova uno ottimista, tutte profetizzano un futuro di catastrofi ed un'umanità manipolata, ridotta in schiavitù, di esseri ridotti ad automi senza emozioni, ibridi tra uomo e macchina, e paesaggi cupi, bui, avvolti dai fumi della distruzione: questa non è fantascienza, è fantamorte o fantacatastrofe !


Mi piacerebbe tanto che queste cupe visioni fossero solo il frutto morboso degli incubi di qualche mente malata, mi piacerebbe …. ma temo tanto di sbagliarmi: malate sono le menti di chi non vede la direzione in cui sta andando !


                                                                                                    Andrea Franchi

I miei artisti preferiti
Official Web Site

Paolo Barbieri è un giovane artista italiano, nato a Mantova nel 1971, combina tecniche di disegno con tecniche fotografiche e arte digitale, creando immagini di grande suggestione, sempre legate ai grandi temi del mito e delle saghe fantastiche. Ha creato bellissime copertine ed illustrazioni per i libri fantasy di Licia Troisi ed ha illustrato l’inferno di Dante ed il libro dell’Apocalisse della Bibbia. Un grande talento, immagini emozionanti e stupefacenti, eroiche e oscure a volte, come oscure sono spesso le radici delle nostre fantasie.

Official Web Site
Considerazioni e pensieri sull’arte Fantasy e sul mondo antico
La fantasia altro non è che memoria
Giambattista Vico

Milo Manara, forse questo grande artista di fama internazionale, a prima vista potrebbe non c’entrare nulla con questo filone dell’arte fantasy legata alla mitologia e alle emozioni ancestrali del nostro animo, invece a mio avviso anche lui entra di buon diritto in questo olimpo dei grandi artisti che sanno scavare nell’animo e nelle profondità dei sentimenti, dei desideri, delle paure e delle angosce dell’uomo di tutti i tempi.

Milo Manara sa ammalgamare in modo magistrale simboli antichi e moderni, sa fondere i miti e le fantasie dell’uomo moderno con reminescenze di antica memoria, creando un favoloso mondo onirico a volte assurdo e paradossale, ma sempre avvolto di una poetica sublime, opportunamente ammalgamata con massicce dosi di sfacciata crudezza, che nessuno di noi credo faticherà a scorgere anche dentro di se, se è sincero ed onesto, almeno con se stesso: questo artista ha il grande merito di mettere a nudo la vera natura dell’essere umano, in tutti i sensi.


Official Web Site

Per tutti gli amanti dell’arte fantasy e non solo, qui propongo un portale incredibile, dove vengono raccolte gallerie di immagini di centinaia di artisti,  c’e’ solo l’imbarazzo della scelta, un database davvero incredibile, peccato per la grafica del sito che è rimasta ferma a qualche decennio fa, ma i contenuti sono davvero notevoli.  Oltre ai famosi Boris Vallejo e Luis Royo, troverete tantissimi altri artisti, tra cui segnalo Jim Warren e Michael Whelan, ma si tratta di gusti personali. Non mi rimane che augurarvi un buon “viaggio” :

Un altro portale molto interessante per gli amanti dell’arte e delle immagini a carattere fantastico, è questo DeviantArt, dove artisti di ogni parte del mondo, ed aspiranti tali, propongono le loro gallerie: immagini, disegni, dipinti, grafica, fotografia, schizzi…. Anche qui un infinito mare di immagini nel quale è dolce naufragare ….

Home